L’amore è amore, sempre e comunque.

Standard

Stasera sono di animo turbolento. Non riesco davvero a concepire come si possa ancora oggi considerare l’amore un errore.
L’amore è quanto di più bello ci sia stato donato, il mondo gira in funzione dell’amore e noi siamo ancora qui a tentare di condannarlo.
Partiamo dall’inizio: nasciamo e subito iniziamo a provare delle emozioni (ci spaventiamo, piangiamo, ridiamo…), cresciamo e cominciamo ad avere i nostri gusti in merito al cibo, ai nostri giochi preferiti, al modo di vestire, agli sport e alle persone. Avete letto bene, alle PERSONE. Sin da piccoli scegliamo -ho utilizzato questo verbo non per indicare una scelta vera e propria tra una cosa o un’altra, ma per indicare una predisposizione istintiva- di giocare con bambini simili a noi caratterialmente e da grandi continuiamo a circondarci di gente affine a noi, con gli stessi pensieri, gli stessi ideali, la stessa visione del mondo e lo stesso modo di affrontare la vita. Questo perché l’uomo è un animale sociale e ha sempre bisogno di qualcuno con cui confrontarsi e con cui rapportarsi. Detto questo e prendendolo per assodato, continuiamo con il ragionamento: i bambini quando iniziano a capire la differenza tra maschio e femmina, cominciano anche ad avere delle pulsioni. Pulsioni del tutto naturali e quindi, per definizione, dettate dalla natura. Direste mai a vostro figlio/a che la particolare simpatia che prova per il suo amichetto o per la sua amichetta sia sbagliata? Che tutto quel bene che gli/le vuole sia innaturale perché ai maschietti devono piacere soltanto le femminucce e viceversa? Sareste davvero capaci di far sentire una creaturina indifesa, che rappresenta l’amore in toto, un abominio? Io credo e spero vivamente di no. Ho ancora fiducia nel genere umano, ma probabilmente sono troppo ingenua.
Essere omosessuali non è una scelta, semplicemente si nasce avendo una predisposizione -e lo ripeto- per il nostro stesso sesso. E’ insito nel nostro DNA, non è una moda a cui vogliamo uniformarci. Questo non toglie il fatto che se un omosessuale decide di sottostare alla società e di intrattenere relazioni eterosessuali sia libero di farlo, ma non è guarito da questa fantomatica “malattia” – parola che mi fa venire la nausea-, ha soltanto represso la sua natura che, quando meno se l’aspetta tornerà a farsi sentire, facendogli vivere un’esistenza d’inferno. Non sarebbe meglio non sottostare a nessun tipo di condizionamento sociale ed essere solamente se stessi? D’altronde la nostra felicità dipende esclusivamente da noi, non la possiamo mettere in mano a dei perfetti sconosciuti che pretendono di decidere chi dobbiamo amare. La vita è nostra e niente e nessuno può permettersi di dirci come dobbiamo viverla, purché rispettiamo la libertà altrui.
Ci sarà sempre qualcuno a cui non piaceremo, ma è proprio questa la particolarità del mondo: non siamo e non saremo mai tutti uguali. Per fortuna, direi.

E poi amarla, per me, è come respirare ed è quanto di più naturale possa esistere.

Annunci

Informazioni su therealme

Sono una sognatrice in continua ricerca del suo posto nel mondo. A volte fantastico pensando a come si troverebbero i personaggi dei miei libri preferiti nella realtà di oggi e li vedo tremendamente impacciati. Forse perché è come mi sento io nella vita, tremendamente impacciata. Non giudico mai un libro dalla copertina, un involucro esteticamente perfetto può rivelare sorprese poco piacevoli, ma per fortuna esistono delle eccezioni, le classiche sfumature che ti salvano da una visione del mondo prettamente negativa e piena di stereotipi. Non esiste soltanto il bianco e il nero, è inutile girarci intorno, ma un’infinita gradazione di grigi che ti permette di osservare la vita con gli occhi limpidi e puri di un bambino. Cercare di andare oltre quello che si vede non vuol dire cercare e trovare del buono in tutte le persone, significa soltanto non limitarsi alle apparenze, ma scavare a fondo in cerca della verità, evitando di basarsi su preconcetti.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...