Chi non muore…si rilegge

Standard

Non sono costante. Non sono costante a parlare di me, non mi considero interessante nè considero interessante quello che mi succede. Sono come un’altalena, alterno alti e bassi nel giro di pochi secondi. Eppure sono vista da tutti come una persona composta , pur avendo ideali alternativi -a detta loro-, come una ragazza precisa, pulita ed educata. A volte credo che mi considerino un cucciolo di cane, mi ammirano e mi accarezzano da lontano, ma non si impegnano a conoscermi davvero. Se solo sapessero quello che mi passa per la testa 24ore su 24 capirebbero perché odio così tanto il mio carattere. Perché odio così tanto essere giudicata per la mia timidezza mista alla mia totale avversione nel conoscere persone nuove. Instaurare relazioni non è mai stato il mio forte, ho sempre faticato tanto a circondarmi di gente di cui potessi fidarmi realmente. E sono state più le volte in cui mi hanno letteralmente preso per i fondelli che le volte in cui mi hanno preso per mano.

Sono riservata e socialmente selettiva, quando mi trovo in mezzo ad un gruppo di persone tendo sempre a non farmi notare. Cerco di passare inosservata, mi nascondo e sguscio via. Credo di avere un’abilità innata nel cercare di essere invisibile. A volte ci riesco, a volte no. A volte osservo da lontano e mi faccio un’idea di che persone siano, altre volte sono chiamata in causa e non riesco neanche a proferire una frase di senso compiuto, con la conseguenza nefasta di passare anche per scema. La vita sarebbe più facile se avessi sicurezza, la vita sarebbe più facile se le mie gambe non tremassero e la mia gola non si seccasse ogni volta che mi si chiede “Come stai?”.

Annunci

Informazioni su therealme

Sono una sognatrice in continua ricerca del suo posto nel mondo. A volte fantastico pensando a come si troverebbero i personaggi dei miei libri preferiti nella realtà di oggi e li vedo tremendamente impacciati. Forse perché è come mi sento io nella vita, tremendamente impacciata. Non giudico mai un libro dalla copertina, un involucro esteticamente perfetto può rivelare sorprese poco piacevoli, ma per fortuna esistono delle eccezioni, le classiche sfumature che ti salvano da una visione del mondo prettamente negativa e piena di stereotipi. Non esiste soltanto il bianco e il nero, è inutile girarci intorno, ma un’infinita gradazione di grigi che ti permette di osservare la vita con gli occhi limpidi e puri di un bambino. Cercare di andare oltre quello che si vede non vuol dire cercare e trovare del buono in tutte le persone, significa soltanto non limitarsi alle apparenze, ma scavare a fondo in cerca della verità, evitando di basarsi su preconcetti.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...