Standard

La delusione che ho avuto nel non passare il mio ultimo esame è stata talmente forte da anestetizzarmi completamente. Ero a un passo dal liberarmi definitivamente di questo peso, ero già proiettata alla laurea di inizio Aprile, avevo già deciso su cosa specializzarmi e stavo già inviando CV in ogni dove nella speranza di poter fare esperienza come traduttrice. E invece no, qualcuno ha deciso bene di farmi posticipare tutti i miei programmi mettendomi in grave difficoltà. Dal punto di vista economico, purtroppo, non sono ancora indipendente. Per quanto mi possa impegnare e adattare a qualsiasi lavoro, non mi hanno mai pagato sufficientemente abbastanza da potermene andare di casa e mantenermi da sola, al massimo con quello che prendevo sono riuscita ad aiutare mia madre a pagare alcune rate universitarie. Per due anni sono riuscita ad avere le tasse dimezzate, per via della mia media, studiando giorno e notte senza quasi nessuna pausa. Nulla di più però.
Nella mia situazione ci sono milioni di studenti, tutti con un sogno da realizzare, ma completamente esausti e sfibrati da non riuscire più ad alzarsi la mattina.
Dal punto di vista emotivo, invece, sono uno straccio. Ormai mi dimentico persino di mangiare e di dormire. Non mi importa di prendermi cura di me e questo dovrebbe essere un campanello d’allarme bello e buono. La mia ragazza teme di quello che potrebbe succedermi se mi facessi ancora sopraffare dall’ansia. Non voglio darle ulteriori preoccupazioni quindi cerco di andare avanti a tentoni, sperando solo di non cadere in un baratro. Oggi sono qui e sto lottando per esserci anche domani.
Fallire un esame non è un dramma, ma per me lo è. L’università è stata una fonte costante di problemi e ora mi vedo ancora più lontana dalla fine di questo capitolo. Forse avevo troppe aspettative su di me, ero convinta di potercela fare perché ho sempre studiato e mi sono sempre concentrata sui miei obiettivi. Evidentemente, però, qualcosa è andato storto. Evidentemente non sono così invincibile.
A volte bisogna solo rassegnarsi all’idea di aver fatto la scelta sbagliata.

Annunci

Informazioni su therealme

Sono una sognatrice in continua ricerca del suo posto nel mondo. A volte fantastico pensando a come si troverebbero i personaggi dei miei libri preferiti nella realtà di oggi e li vedo tremendamente impacciati. Forse perché è come mi sento io nella vita, tremendamente impacciata. Non giudico mai un libro dalla copertina, un involucro esteticamente perfetto può rivelare sorprese poco piacevoli, ma per fortuna esistono delle eccezioni, le classiche sfumature che ti salvano da una visione del mondo prettamente negativa e piena di stereotipi. Non esiste soltanto il bianco e il nero, è inutile girarci intorno, ma un’infinita gradazione di grigi che ti permette di osservare la vita con gli occhi limpidi e puri di un bambino. Cercare di andare oltre quello che si vede non vuol dire cercare e trovare del buono in tutte le persone, significa soltanto non limitarsi alle apparenze, ma scavare a fondo in cerca della verità, evitando di basarsi su preconcetti.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...