Le presentazioni non sono mai state il mio forte. Essere al centro dell’attenzione mi ha sempre fatto tremare le gambe e la voce, rendendo tutto ciò alquanto imbarazzante. Per questo cercherò di fare un piccolo summary su di me, risparmiandovi i dettagli noiosi.
Sono una ragazza di quasi 22 anni, studentessa universitaria in perenne stato di angoscia pre e post-esame, con una laurea agli sgoccioli e con una conseguente confusione mentale su cosa fare della mia vita in seguito. Sono timida e in costante conflitto con me stessa per questo lato del mio carattere che ho sempre odiato. C’è chi lo considera un pregio, chi sostiene che le ragazze timide e insicure siano dotate di una marcia in più, mentre io lo vedo soltanto come un terribile difetto.
Adoro il mare in ogni sua sfaccettatura, nella sua pericolosa immensità è dispensatore di pace interiore. Starei ore ad osservare il suo movimento, le onde che si infrangono sugli scogli lasciando nell’aria quell’odore acre di salsedine che ti riempie i polmoni, la sabbia che scricchiola sotto i piedi e i sassi, di ogni forma e dimensione, che, con un solo raggio di sole, prendono i colori del mondo. Mi piacciono i libri, amo leggerli, sfogliarli, assaporarli ed inebriarmi del profumo della loro carta. A volte fantastico pensando a come si troverebbero i personaggi dei miei libri preferiti nella realtà di oggi e li vedo tremendamente impacciati. Forse perché è come mi sento io nella vita, tremendamente impacciata. Non giudico mai un libro dalla copertina, un involucro esteticamente perfetto può rivelare sorprese poco piacevoli, ma per fortuna esistono delle eccezioni, le classiche sfumature che ti salvano da una visione del mondo prettamente negativa e piena di stereotipi. Non esiste soltanto il bianco e il nero, è inutile girarci intorno, ma un’infinita gradazione di grigi che ti permette di osservare la vita con gli occhi limpidi e puri di un bambino. Cercare di andare oltre quello che si vede non vuol dire cercare e trovare del buono in tutte le persone, significa soltanto non limitarsi alle apparenze, ma scavare a fondo in cerca della verità, evitando di basarsi su preconcetti.
La mia vita è scandita da ritmi musicali diversi nel vero senso della parola, infatti sono sedici anni che mi dedico ad una passione per me vitale: la danza. Il nostro è stato un rapporto di amore e odio, si alternavano momenti ricchi di sconforto a momenti di estrema felicità dovuta ad immensi sacrifici. Dedicarsi per così tanti anni ad un sogno ti forgia il carattere, ti insegna a lottare per ciò che desideri, a non arrenderti alle prime difficoltà e ad avere disciplina in tutto quello che fai. Ti insegna a crescere, a combattere contro le ingiustizie e purtroppo, a volte, anche ad accettarle, ma sempre con assoluta dignità. La danza è stata spesso il mio rifugio, la mia seconda casa dove potevo essere esattamente chi volevo essere, cioè me stessa. Per quanto il nostro rapporto sia stato duro, non sarei come sono se non avessi risentito della sua influenza e per questo la ringrazio infinitamente.
Non sarei come sono neanche se non avessi incontrato una persona speciale che mi ha cambiato la vita. Lei è stata e continua ad essere il mio punto di riferimento, la mia unica certezza in un mondo pieno di incertezze, la mia luce in fondo al tunnel, la sorpresa migliore che non mi sarei mai potuta aspettare. Lei è la mia ragazza, bella da togliere il fiato e “colpevole” di avermi rubato il cuore.

Questa è la mia storia a grandi linee,piccole briciole di me giusto per dare una guida a chi mi leggerà. Per chi avesse letto qualcosa di familiare tra le righe e avesse detto “queste parole le ho già sentite da qualche parte”, niente paura non siete impazziti. Tempo fa avevo un blog proprio su questa piattaforma, su cui non scrivevo da più di un anno e che non rappresentava più la persona che sono diventata. Quel blog appartiene al passato, ad una me che si è fatta da parte per lasciare il posto ad una me stessa molto più consapevole.
Beh, che altro dire, buona permanenza e buona lettura. 🙂

Annunci

»

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...